Una poesia di Mattia Cattaneo

La vita fa rumore

La pioggia mi cattura

tra le ali del tuono

e scaraventa

al suolo,

le grida d’un inverno.

La vita fa rumore

e si cancella

la nudità cerula dell’Anima.

Domani me ne andrò,

pensi che la valle

si riempirà

di erboso silenzio?

No,

il tempo vola via

e se qualcuno si perderà

sarò nell’inquieto

moto della tua mancanza.

(Tratta da “Sarò notte o forse Inverno”)

Mattia Cattaeneo è nato a Trescore Balneario (BG) il 31 luglio 1988, abita a San Paolo d’Argon (BG) ed è laureato in Scienze della comunicazione. Adora la montagna e la natura. Lavora come assistente educatore presso una cooperativa. Ha pubblicato alcune poesie presso una collana di poesia contemporanea edita da Pagine edizioni nel 2015. Collabora con l’attore e poeta Carlo Arrigoni in varie letture teatrali sulla shoah e la liberazione d’Italia e fa parte del gruppo artistico-culturale “Un fiume d’arte” di cui realizza assieme ad Arrigoni la rassegna letteraria “Quattro chiacchiere con l’autore”. Ha pubblicato tre sillogi poetiche: “Dritto al cuore” (2016), “La luna e i suoi occhi” (2017) di cui ha realizzato un tour poetico tra il lecchese e la bergamasca e “Tracce di me” (2018). Collabora inoltre con la poetessa trevigliese Ornella Mereghetti e l’attore romano Patrizio Pelizzi come supporto tecnico per il reading teatrale “Ti bacio la Notte”. A Novembre 2018 viene pubblicato il suo primo romanzo storico-sentimentale “E le stelle brillano ancora”. Gestisce il blog “Vento d’emozioni” e cura la trasmissione omonima su Pienneradio ogni Martedì alle ore 20,00

 

 

Precedente Una poesia di Marco Daniele Successivo Lorenzo Spurio su "Diramazioni" di Bartolomeo Bellanova