Poesie di Fausta Genziana Le Piane

IL SECCHIELLO ROSSO

Accompagnata dalla nonna,

la bambina sferraglia

adagio

sul marciapiede.

Sale seria sul treno

e

mentre  il suo sguardo triste

pugnala il mio,

sugli scalini

brilla il suo

secchiello rosso,

coccinella della mia fortuna.

 

LE PETIT SEAU ROUGE

 

Accompagnée de sa grand-mère,

la gamine va

dans un bruit de feraille

lentement

sur le quai.

 

Sérieuse, elle monte dans le train

et

alors que son regard triste

poignarde le mien,

sur les marches

brille son

petit seau rouge,

coccinelle de ma chance.

 

Fausta Genziana Le Piane, Stazioni/Gares, Edizioni Eventualmente, 2011

 

Rotaie

Poi

il treno parte.

Le rotaie impietose

disegnano sul mio cuore

binari che si tendono

verso stazioni

ignote al mio vivere.

L’assenza

è come vento di Sahara

che scardina

orologi polverosi

attese infreddolite

altoparlanti

gracchianti improvvisi ritardi

orari di cartapesta.

Indosso

la maschera della notte:

la realtà senza di te

non si ricompone.

 

Fausta Genziana Le Piane, nata in Calabria, vive ed opera a Roma. Laureata in Lingue, ha insegnato francese e ha vinto una borsa di studio per la Romania. Ha curato le schede di lingua francese per la grammatica italiana comparata di Paola Brancaccio e adattato classici francesi per la scuola superiore. I suoi libri di poesie, Incontri con Medusa, La Notte per Maschera, Gli steccati della mente, Stazioni/Gares, Ostaggio della vallata, Parole scartate, Cappuccio rosso e Scene da un naufragio hanno incontrato il favore della critica. Con Tommaso Patti, ha pubblicato la raccolta di racconti Duo per tre, cui ha fatto seguito  Al Qantarah-Bridge, Un ponte lungo tremila anni fra Scilla e Cariddi. Ha pubblicato una raccolta di racconti, La luna nel piatto, con annesso un sedicesimo dedicato alla pittura di Pinella Imbesi, Interviste a poeti d’oggi, Un libro, un luogo: itinerari dell’anima e Gente (non) comune, Riflessioni filologiche, A colloquio con…. I libri: Duo per tre, Interviste a Poeti d’oggi, Gente (non) comune e Al Quantarah-bridge sono anche stati pubblicati in formato e-book dalla Casa Editrice Dante Alighieri. Si occupa di critica e recentemente ha pubblicato  La meraviglia è nemica della prudenza, invito alla lettura de L’arte della gioia di Goliarda Sapienza. Iscritta all’Ordine dei giornalisti, dopo aver scritto per Il Giornale d’Italia, ora cura una rubrica d’arte per la Consulta delle donne di Wanda Montanelli (Parliamo d’arte) e una pubblicazione bimestrale internazionale Kenavò da lei fondata. Ha pubblicato una serie di quaderni (I Quaderni di Casa Duir), ha partecipato con i suoi collage a varie esposizioni tra cui, recentemente, a quella collettiva organizzata dall’Associazione culturale Bistro e Trementina il 9 giugno 2016 dal titolo “Artinvilla”. Da alcune sue poesie sono stati realizzati video, diffusi su YouTube. Alcune poesie sono state tradotte in francese, tedesco, inglese, spagnolo, romeno, russo, altre sono state musicate dai compositori Giorgio Fiorletta e Amedeo Morrone ed altre ancora, infine, sono state oggetto di studio, a cura del Professore Patrick Blandin, fra gli studenti della facoltà di Lingua e Cinema Italiani dell’Università di Tolosa e di Bordeaux. Hanno parlato di lei: Dante Maffia, Italo Evangelisti, Plinio Perilli, Massimo Colesanti, Carmine Chiodo, Giorgio Bàrberi Squarotti, Tommaso Maria Patti, Merys Rizzo, Francesco Dell’Apa, Pina Majone Mauro, Paolo Carlucci, Andrea Mariotti, ecc.

Ha partecipato a due antologie poetiche sonore: quella curata da Serena Maffia in occasione della giornata mondiale della poesia 2020 dedicata ai ragazzi che dovevano studiare da casa e ai non vedenti (coronavirus 2020), https://serenamaffia. com/radio-pagina/ e quella curata da Giovanna Iorio dal titolo Poetry sound library, poesia del nostro tempo, https://poetrysoundlibrary.weebly.com.

 

[email protected]            www.faustartepoesia.org

Precedente Lorenzo Spurio su "Diramazioni" di Bartolomeo Bellanova Successivo Una poesia di Carola Allemandi